Commenti recenti

Correte tutti a fare la spesa
fra un po’ scatta l’emergenza nucleare

L’importate è non esagerare. E mantenere i toni bassi, non farsi prendere dal panico. C’è il divieto di uscire dalla 10 alle 5 del mattino? Bene. Subito fiumi di macchine viaggiano verso i Centri Commerciali chiusi per il lungo week end. Dentro ci sono mariti e mogli, ma anche omarelli da soli, pilotati da casa da una moglie che gli ha dato la lista. Bisogna mettere da parte i viveri. La guerra nucleare incombe, chi ha il bunker atomico in casa va bene, ma gli altri? E allora tutti a fare le file nei supermercati. E se rimaniamo senza mangiare? E se inizia un periodo di carestia? E se da gialli diventiamo arancioni? E poi rossi?. “Anche te Aldo datti mò una mossa e vai a comprare dello zucchero e della farina!”. E Aldo con la faccia disperata si avvia con otto carrelli anche se gli ha detto Zanotti, un pensionato suo amico, che può prendere solo due confezioni di lievito. ”E la Maria, come fa a fare il pane?”. Si vuotano scaffali di merendine, di prodotti in genere, carrelli con trenta scatole di tonno (non si sa mai). “Conte ha detto che siamo gialli, ma io mi preparo a resistere fino a gennaio 2021, tanto ho una cantina fresca…”. Si entra scaglionati. Intanto ognuno è in coda e come si sa, in ogni coda da 30 persone, ci sono almeno 28 virologi. “Maria, ho sentito che c’era uno in coda che sembrava ne sapesse, che diceva che la seconda ondata non è ancora arrivata e arriverà verso il 15-16 di dicembre. Dice che glielo’ha detto un parente che da anni fa le pulizie in un ufficio a Cape Canaveral e quindi ne sa”. La telefonata arriva alla Maria direttamente dalla coda: Lei risponde: “Se hai bevuto un’altra volta quando vieni a casa vedi!”. Si riempiono i frigoriferi. Gente che ha il terrore di rimanere senza la camomilla dalle 22 alle 5 del mattino e ne ha comprati otto stock. Qualcuno compra anche dei maglioni e delle felpe perchè ha detto la signora Zanasi che han deciso di far venire più freddo apposta. Qualcuno le chiede “ma chi?”. Lei risponde: “Aaah, non lo so!”. Si vaga alla ricerca di un’entità. Caburazzi, un ex impiegato delle poste, dice di sapere chi sono e di averli intravisti. Uno ha comprato dieci pallet di dentifrici: “Erano in offerta e dalla via…così almeno i denti me li lavo fino al 2024”. Qualcuno si lamenta in coda per la chiusura dei teatri, ma quello di fianco gli fa: “Ma come? Ma se non ci sei mai andato!”. Scoppia una lite. Sullo sfondo intanto arriva l’esercito che distribuisce cartoni di Valium. Sì, siamo veramente in emergenza!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *