Commenti recenti

E puntuale ad ogni cena
scattano i ricordi di Carosello

Ecco perché i ragazzi, i figli, i giovani, si scocciano ad andare a cena coi genitori e i loro amici. Se i genitori hanno passato la cinquantina intavoleranno discorsi e discussioni su temi che ai ragazzi non fregano assolutamente niente. Ma pazienza se si parla di Salvini o del Bologna o dei turisti portati da Ryanair. Il dramma è quando, inesorabilmente e inevitabilmente in ogni cena, saltano fuori due argomenti fissi: i vecchi caroselli e il cosa c’era al posto del tal negozio. E i ragazzi sprofondano nelle sedie e nei cellulari. Se un gruppo di coppie esce a cena, tre volte al mese, puntualmente i due temi, di solito dopo il dolce, ritornano in pista. Funziona così: Uno fa: “Vi ricordate Olivella sposina novella?”. “Sìììì”, esplodono gli altri. E qualcuno canta la canzoncina della pubbilcità. E da lì è una cascata: “Ehi ma ci ho scritto Giocondo?”, “Capitano, lo possiamo torturare?”, “Uè cavernicoli, non siamo più all’età della pietra”…eccetera. L’argomento scatena entusiasmi. Qualcuno ne tira fuori qualcuno anche di meno conosciuti e fa un figurone. Ma l’importate è rilanciare quelli ricordano anche gli altri. E la cena viene costellata da piccoli boati di felicità. C’è sempre uno che dice che i Caroselli erano dei piccoli filmini e che c’erano degli attori molto bravi, quelli che andavano per la maggiore. E c’è sempre ovviamente quello che dice che dopo Carosello i bambini andavano a nanna. Ogni volta. A ogni cena. Ma attenzione. Subito dopo scatta il: “Scusate, cosa c’era prima al posto di quella farmacia in via tal dei tali?”. E lì c’è il quiz. Finchè uno dice: “Ma come! C’era Aldrovandi, quello dei lampadari!. E un altro: “Mocchè mocchè. Aldrovandi era in Sant’Isaia!”. “Ti dico che era lì”. Ci si inalbera, la tensione sale e spesso si litiga. Poi finisce che un “esperto” dice che Aldrovandi era sì in sant’Isaia, e dopo è stato lì per tre mesi, poi è morto. Oppure. “Vi ricordate in via Murri che c’era un cinema all’aperto?”. E subito: “Il Mignon!”. “Il Mignon? Mocchè io non me lo ricordo. C’era il Giardino!”. “Sì, ma era più avanti!”. Insomma non se ne viene fuori. E intanto i ragazzi a tavola hanno i marroni sfrantati. E non vengono più. “Soccia però potreste uscire una volta con noi a cena voi due eh?”. “Sì ma se poi partite con i Caroselli?…”. Il “se” in realtà non esiste. Perché i caroselli e il “cosa c’era al posto di” è fisiologico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *