Commenti recenti

Eh si ma è meglio che facciamo
subito dopo le feste

Cominciano dai primissimi di dicembre. Cioè da adesso. Qualsiasi cosa ci sia da fare, tipo: “Quando riprendi il corso in palestra?”. Risposta: “Adesso ci son le feste… quindi più avanti”. Ma scusa, le feste sono fra 20 giorni, non puoi andare in palestra, poi magari interrompi per le feste? No. Le feste fanno slittare tutto. Due si incontrano: “Ci vediamo anche con tua moglie, venite a casa nostra?”. “Adesso ci son le feste, facciamo che ci sentiamo dopo…”. Ma perché. E’ il 7 dicembre! Natale è il 25. Che cavolo devi fare da qui a là. E invece non si prendono impegni. Basta che scatti dicembre e uno è catapultato direttamente nel nuovo anno, dopo il 6 gennaio. Come se avvenisse un fatto catastrofico, nucleare, tipo un viaggio nell’ignoto, nello spazio per cui uno non c’è. Le feste. “Adesso ci sono le feste…”, questa è la frase con una sospensione che sottintende: “Non posso fare niente se ci son ste feste”. Che non ci sono! Sono fra un mese cavolo! Altro esempio, sentito direttamente il 2 dicembre: “Soccia deve andare a fare la pulizia dei denti…”. “Bè prendi appuntamento e vai”. E l’altro: ”Va bè, adesso ci son le feste…aspetto gennaio”. Ma perché? I dentisti dal 2 dicembre non lavorano più? Sono bloccati dal fatto che ci sono le feste. E poi, tanto per fare le pulci alla situazione, dal 26 al 6 gennaio cosa fai? Guarda che ci sono dei giorni feriali. Mica tutti chiudono per un mese vè. Qualsiasi impegno, qualsiasi progetto, qualsiasi riunione per decidere qualcosa, appena scatta dicembre, è bloccata dal fatto che “facciam ben dopo le feste?”. Ma cosa avranno stè feste per creare questa paralisi nelle persone tanto che non riescono fare più niente. Non fanno niente perché non possono a causa delle feste o perché non ne hanno voglia mezza di vederti, o di parlarti di un progetto e rimandano perché sei uno spaccamaroni?

“Dopo le feste poi parliamo eh!”. “Ma scusa, è il 7 dicembre! L’8 va bene, è festa, ma dal 9 al 24 cosa fai? Non hai dieci minuti? Ti operano alle adenoidi? O vai a Cortina, che non ci vai perché ti ho appena chiesto “se vai via per ste feste” e hai detto di no? Dimenticavo che non si dice “a Cortina”, ma “su”. “Vai su?”. Su doveeee? Va bè ma non sottilizziamo. “Quando ti metti a dieta?”. “Lasciam passar ste feste va!”. La risposta è comodissima. E non ti costringe a dire: “Da lunedì!”.      

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *