Perchè non bruciare una bella pensilina del Civis?

Un’idea. In realtà ci dovevamo pensare quest’anno e sarebbe stata una cosa molto creativa, ma l’anno prossimo, invece di bruciare una formica, o una carpa, o un rospo o un ippopotamo o chissà quale diavoleria verrà in mente al creativo di turno, perchè non bruciamo una bella pensilina del Civis con isolotto e cordoli annessi? Di quelle belle pensiline in mezzo alla strada che hanno costruito per ostacolare la circolazione e per creare una pericolosità pazzesca a chi si avventura. Guardatela nella foto. Non è meravigliosa? Ah, per la cronaca, siccome a soldi stiamo benone e possiamo permettercelo, tutta quella roba lì è costata 2 milioni e settecento mila euro. Per non essere usata. Siamo assolutamente dei grandissimi. E adesso ci giriamo attorno, è lì, è tutta roba che è ancora lì. Credo che siamo veramente unici al mondo. Dai, l’anno prossimo ne bruciamo una in piazza, gigante, naturalmente fatta di materiale che non inquina, così siamo tranquilli. Lì come simbologia ci saremmo eccome. Altro che l’orrenda (ma tradizionale) scimmiotta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *