Commenti recenti

Le regole degli ascensori:
“Posso portare il cane?”

ascensoriMa chi è che fa i regolamenti negli ascensori? A volte ci si incanta a leggerli. Bisogna concentrarsi bene. Il classico: “Ci stiamo?”, “Boh, dice massimo 4 persone!”, “Te però sei centoventi chili…”, “Dai proviamo…”, con conseguente viaggio in silenzio, stipati, guardandosi sospettosi (con uno che sempre fa l’asino e accenna a saltare sul posto) ormai è superato. Regole ferree. Nella targhetta c’è il numero da chiamare se si rimane bloccati, il numero dell’amministratore, il numero della ditta e forse anche il numero delle pompe funebri (ma non si sa mai di questi tempi). I bambini sotto i 12 anni devono essere accompagnati. Gli adulti sopra i 60 devono essere accompagnati da bambini. Le badanti possono usare l’ascensore solo se hanno il permesso di soggiorno e non sanno troppo di cavolo. Non si può usare l’ascensore come montacarichi. Una confezione da 12 bottiglie la posso portare? E due? L’amministratore, solerte, comunque ha scritto sul montacarichi “non si può usare come ascensore”. Poi i cani. “Vietato portare cani che sanno di cagnuzzo, cioè dopo che è piovuto”. In alcuni regolamenti si legge (giuro): “E’ consentito trasportare cani all’interno della cabina dando la precedenza alle persone che non desiderassero viaggiare con tali animali”. Ma è uguali per gli umani. Un mio amico allora ha la precedenza perchè non vuole viaggiare con la signora Lelli e la Lelli sta giù e salta un giro. Tutto molto logico. In molti ascensori, oltre alla targhetta con le regole, ci sono anche le aggiunte a penna o a pennarello che sono quasi sempre: “Juve merda”, “Lilly ti amo”, “Lilly stronza”, “W la…(e qualcosa, a seguire, molto diffuso specie negli anni sessanta-settanta)”, il disegno di un padulo (termine che indicava il membro maschile, ma quando era disegnato così veniva chiamato in quel modo), “Tarozzi smettila di brozare in ascensore”. Riportiamo una perla autentica, letta e riscritta: “L’uso dell’ascensore è consentito esclusivamente a persone e cose. L’uso dell’ascensore è consentito esclusivamente ai condomini (compreso parenti e amici degli stessi) che hanno contribuito economicamente alla sua realizzazione – è severamente vietato l’uso a persone del condominio le quali non hanno partecipato economicamente alla spesa per l’installazione del medesimo ascensore”. E se siamo messi così forse ci meritiamo tutto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *