Ma perché quando guido una Panda mi insultano a sangue?

 Lettera di un automobilista perplesso.

“Buongiorno, sono un automobilsta e da tanti anni guido per Bologna. Posseggo due mezzi di trasporto, un Suv e una Panda. Io vorrei sottoporvi un quesito al quale non sono ancora riuscito a rispondere e che costituisce per me fonte di grande rovello. Perchè quando guido il Suv vengo rispettato da tutti, ossequiato, nessuno mi suona, nessuno mi inveisce contro, nessuno mi guarda mentre mi sorpassa e invece quando guido la Panda vengo massacrato di parolacce, insultato a sangue, tutti mi indirizzano qualsiasi tipo di improperio, mi sfarazzano, mi suonano, mi mandano a quel paese o in posti ancora peggiori? Ma perchè? In fondo sono sempre io e guido sempre uguale, come ho sempre guidato. Se sono per esempio in una strada dritta, fuori città, e sto andando a 50 all’ora col Suv le macchine mi si mettono dietro tranquille e rispettano il limite di velocità, qualche volta qualcuna mi sorpassa ma in silenzio, tranquilla. Se ho la Panda e faccio la stessa velocità, cioè i 50, dietro di me si scatena il finimondo: scariche di fari a intermittenza, colpi di clacson e il tizio che, mentre mi sorpassa, ha sempre la faccia imbestialità, con le venone gonfie, e urla insulti tremendi a me e alla mia famiglia, fino alla settima generazione. Cosa ho fatto di male? E questo fenomeno che tipo di origine ha? Io per esempio amo portare i cappelli. Ebbene se sul Suv ho il cappello la gente mi guarda con un’aria come dire: “Però, che elegante quello!”, O: ”Chissà chi è, forse uno famoso?”. Se invece porto il cappello su una Panda, noto che sono considerato, dal mondo intero, solo un “Omarello sulla Panda”. Lo so che il vecchietto col cappello che guida è un luogo comune ed è sinonimo di imbranato, ma non si può fare di ogni erba un fascio, mi capite? Voglio dire: se Alonso quando ha cinquantanni si mette un cappello e guida una Panda, diventa automaticamente un cretino? Uno che non sa guidare? Un rincoglionito cronico? Io ho una certa età e i capelli bianchi. Ebbene: sul Suv sono un distinto signore brizzolato, sulla Panda invece sono un nonno che non sa guidare e che deve andare all’ospizio o a volte, anche morire subito. Ma che sistema è questo? Guardate che la Panda è una macchina normale, vi assicuro. Che fa anche le sue belle velocità E’ mai possibile che se anche faccio i 120 tutti mi trattano come se andassi a 30 all’ora? E perchè sono per forza un nonno? Io non sono un nonno, non ho figli e perchè devo essere nonno solo se guido una Panda? Guardate: non me ne perdonano una. Quando sono fermo a un semaforo sui viali, basta che scatti il verde e proprio in quell’istante mi cominciano a suonare. “Vai a letto, nonno! Svegliaaa!”. Se invece scatta il rosso, sono sul Suv e sto mandando dei messaggini, cosa che del resto fanno tutti al semaforo, niente. Anche se non parto nessuno suona. Anche perchè si vede che la gente quando si accoda a un Suv e aspetta il verde, manda sms, quando si accoda a una Panda invece entra subito in guerra e aspetta il momento per fulminarti. Io non so proprio cosa dire. Cosa faccio, vendo la Panda? Io non vorrei perchè va bene e in città è molto comoda. Ditemi voi se c’è una soluzione perchè sono stanco di essere insultato. Scusate il disturbo.

Vostro attento lettore, Avvocato Gildo Barigazzi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *