Teatro nel Piatto, gli attori siete voi!

Giorgio Comaschi, dopo aver lanciato la formula della cena con delitto dagli anni 80 ed averla rappresentata, attraverso otto trame inedite in tutta Italia e a New York (in inglese, con attori americani) vara una nuova formula di dinner show che si chiama “Il Teatro nel Piatto”.

Mentre le persone si siedono a tavola Comaschi entra in scena e interpreta il ruolo di un regista che deve completare il cast per un grosso spettacolo teatrale a sfondo giallo. I commensali quindi sono i partecipanti accorsi appositamente per sostenere l’importante “provino”. Nel primo set (fra l’antipasto e il primo) Comaschi attribuisce i ruoli, a seconda delle caratteristiche delle persone, distribuendo una decina di copioni con le parti da recitare evidenziate. E’ compreso fra i personaggi anche il narratore, il rumorista per gli effetti speciali e naturalmente Hercul Poirot, che sarà l’elemento cardine dell’intrigo. Si tratta di una cena in un antico castello per l’apertura del testamento del barone Otto Carlton Boyler, appena scomparso. Nel secondo set (fra il primo e il secondo piatto) inizia il provino vero e proprio con i protagonisti che recitano da copione e vengono corretti, complimentati o sgridati dal regista.Antico 017 La comicità a un certo punto diventa inevitabile, anche per la presenza di alcune voci fuori campo che svelano ogni volta il pensiero del pubblico e quello dello stesso Comaschi.

Dopo il delitto (con uno degli attori che dovrà, come dice Comaschi, “morire bene” e cioè in maniera credibile) inizia l’interrogatorio di Poirot. Il secondo set termina con l’investigatore che si ritira a riflettere. Nel terzo set verrà smascherato l’assassino e nel finale il regista, presentando i protagonisti assegnerà l’Oscar per la miglior interpretazione e il premio della critica.Il tutto per la durata normale della cena scandita da un antipasto, un primo, un secondo, dolce e caffè.

IMG_3912

Antico 032

One Response to Teatro nel Piatto, gli attori siete voi!

  1. Pingback: Successo del dinner show con Giorgio Comaschi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *