Se c’è l'”esperto in materia” puoi dire di aver chiuso

C’è una nuova categoria, nata in questi ultimi anni, che determina le sorti di tutto e contro la quale non esistono armi per potersi opporre: la categoria degli “esperti in materia”. L’esperto in materia sa tutto. E soprattutto non è mai d’accordo con te. Ci sono esperti in materia di meteo, di politica, di finanza, di telefonia, di calcio, di donne, di computer, di vini, di qualsiasi cosa, ma qualsiasi veramente. L’esperto in materia salta su in qualsiasi discussione e dice una cosa che è incotrollabile e incontestabile. Esempio. Si parla di computer. Lui a un certo punto dirà: “Sì, ma i processori che usano oggi sono molto diversi da quelli di qualche anno fa, ecco perché è cambiato il sistema e io ti dico che il Mac è molto meglio del Pc”. Al che tu stai zitto. Perché l’esperto in materia è tremendo sulla tua eventuale ribattuta. Se tu aggiungi una cosa certa, vera, anche lampante, tipo: “Certo che oggi navigare su Internet è molto più veloce di vent’anni fa…”, lui subito ribatterà così: “No, non è che è molto più veloce, è che sono cambiati i sistemi e allora tu…” eccetera eccetera. Anche se tu hai detto una cosa giusta l’esperto attacca sempre sempre con: “No, non è che…”. Quindi non va bene.

“Il tempo negli ultimi anni è cambiato…”. Risposta dell’esperto: “No, non è che è cambiato, è che che le condizioni atmosferiche hanno risentito di variazioni dovute al surriscaldamento della terra…”. Invece è cambiato cavolo! Perché devi dire: no, non è che è cambiato? Perché? Lasciami almeno dire una cosa che è vera. Perché me la devi smontare se poi dici la stessa cosa? L’esperto in materia fa talmente saltare i nervi che può indurre anche a gesti estremi, tipo l’omicidio, a volte. Dal salumiere. “Gino, la carne che mi ha dato l’altra volta era la migliore che ho mai sentito…”. E Gino (esperto in materia in quanto salumiere): “No, non è che era la migliore, era che le ho dato a lei il pezzo più buono…”, eccetera. Ma porc…! Ma è mai possibile? Cosa vuol dire: no, non è che era la migliore? Mi puoi lasciare la libertà di dare un mio parere? O lo devi ogni volta smontare, esperto di sti du…? Questa cosa fa imbestialire. L’esperto in materia ha anche alcuni gesti significativi: scuote la testa continuamente, fa il movimento col dito da destra a sinistra e viceversa come un tergicristallo, fa dei sorrisini antipaticissimi quando parte un discorso e lui si prepara ad intervenire, e quando ha sparato la sua teoria va via. Tipo: “No, non è che quello è un giocatore discontinuo…lu lè l’è trest!”, poi si gira e va via deciso. A volte si ferma e si rigira facendo un’ulteriore chiusa: “Làssal dir da on c’an capèss un càz!”. E se ne va definitivamente lasciando tutti gli altri con un palmo di naso. Insomma, con l’esperto in materia non hai voce in capitolo, sei inerme. Lui sa tutto, la verità di tutto e tu sbagli anche quando dici per esempio che la capitale d’Italia è Roma perché lui subito ribatterà: “No, non è che è Roma, è che per un numero di anni è stata anche Torino, quindi oggi se è Roma bisogna specificare”. Insomma hai sbagliato. Non è che è Roma capito? Quindi regolati, stai buono buono, zitto, non rispondere e beccati l’”esperto” tutta la vita. Con una piccola via d’uscita, l’unica che ti resta: quello di mandarlo a fare delle sacrosante…eccetera. Ma in quel caso lui dirà: “Non è che è il mandare a fare delle pugnette il problema, il problema è un altro….”. E li sei morto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *