Quando le signore al bar sono in ansia per “lui”

Dialogo captato a un tavolino di un bar, interno giorno, tre signore eleganti e distinte davanti a tre caffe` d’orzo in tazza grande.

Signora mora: “Antonio e` fatto cosi`, si offende, basta dirgli qualsiasi cosa e se la prende”.

L’amica interviene subito: “Si vede che e` sensibile. Hai provato a parlargli? Dell’argomento dico?”.

“Si`, gli ho spiegato che quando si comporta cosi` e` inevitabile che gli altri abbiano una reazione particolare, ma che se lui ci pensa bene la cosa e` assolutamente diretta al suo interesse”.

La terza signora si inserisce: “Del resto non mi sembra che tu abbia poi detto niente di pesante. Io con Fulvio ho fatto la stessa cosa, ma loro sono cosi`, molto permalosi in generale, lo sappiamo”.

“Ugo invece -riprende la prima- mi ha fatto capire che io sono troppo oppressiva nei suoi confronti, che forse dovrei lasciargli piu` spazio”.

Il dialogo prosegue alternato. “Ma lo sai che Antonio e` molto geloso. Basta che io guardi qualcun altro e si incupisce per tutto il giorno…”.

“Dovresti tranquillizzarlo. Come faccio io. Adesso poi e` un periodo che Fulvio e` molto teso. Non so cos’ha, forse dei pensieri. Filosoficamente lui è fatto così. Sai, e` un momento delicato per tutti, quindi anche per lui”.

“Anche Ugo e` nervoso. L’altra sera voleva uscire ma io ero stanca e lui e` andato in camera senza dire piu` niente. Mi sembra sempre piu` deluso del solito. Sara` il momento in generale, davvero”.

“Ma portalo via. Anche solo per il week end, ha bisogno di cambiare aria forse, lui ultimamente ha espresso il desiderio di andare a trovare il suo amico Aldo e io domenica lo accompagno”.

Mentre ascoltavo pensavo fra me e me che in effetti e` bello sentire delle donne parlare in maniera cosi` positiva dei rispettivi. Spesso si ascoltano recriminazioni, livori, rimostranze tremende in questi dialoghi. La prima signora poi ha proseguito: “Io e Antonio abbiamo proprio i gusti simili. Sia per il cibo sia per le cose da vedere. Lui impazzisce per Grey’s Anatomy, come me. Ci stiamo sparando tutte le puntate”. “Io invece vedo che Ugo non ama la tv, poi si addormenta sempre. Si vede che alla sera lo stress si allenta e si rilassa. Ieri sera russava. Non l’ho svegliato e sono andata a letto, l’ho lasciato li`. Quando mi sono alzata stamattina era gia` uscito”.

A un certo punto un botta e risposta folgorante. “Tu quanti croccantini gli dai alla sera?”. Risposta: “Fulvio ne mangia un pugnettino, la scatoletta gliela subito al mattino, senno` abbaia”.

Sono crollato a terra privo di sensi. Poi mi sono risvegliato che c’era molta gente intorno, vedevo sopra di me molte facce preoccupate. Una delle tre donne era anche medico e mi ha prestato i primi soccorsi. Ma mi ero gia` ripreso. Ho sentito che diceva alle altre: “E’ successo anche a Antonio una settimana fa, stessa cosa, un calo di pressione…”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *